LG
MD
SM
XS
Hai cercato:

Martedì 14 Maggio 2019
Sanremo nuovo cliente per la tassa di soggiorno
Dal primo giugno 2019 nel territorio di Sanremo entrerà in vigore la tassa di soggiorno, la cui gestione è stata affidata ad ABACO Spa,

già incaricata dalla ‘Città dei Fiori’ per la riscossione della tassa su affissioni, pubblicità e occupazione del suolo pubblico. Le tariffe, i periodi di applicazione e le eventuali scontistiche per determinate categorie di utenza sono stabilite dall’Amministrazione comunale di Sanremo, tenuto conto della stagionalità lungo la riviera ligure.

Da parte sua, ABACO mette a disposizione del Comune la propria competenza e preparazione nel gestire l’intero ciclo della tassa di soggiorno (dalla gestione operativa e tributaria dell’entrata, alla fornitura di un software integrato che fa dialogare fra loro in modo automatico il Comune, le strutture ricettive e il gestore), oltre all’esperienza maturata nella gestione integrata della tassa di soggiorno in alcune importanti località turistiche italiane quali Caorle, San Michele al Tagliamento (VE), Rosolina (RO), Conegliano e Vittorio Veneto (TV).

Fra le attività che ABACO assicura ai propri clienti, a fianco alla redazione di materiali di comunicazione in varie lingue, c’è un supporto continuo al Comune e l’assistenza ai gestori di strutture turistiche nelle modalità di calcolo e riscossione della tassa, che viene applicata sui pernottamenti nelle diverse strutture ricettive del territorio, come hotel, b&b, campeggi, appartamenti. Fra queste attività rientrano anche due incontri che ABACO ha previsto a Sanremo nel corrente mese di maggio con i gestori delle strutture ricettive e i proprietari degli appartamenti in affitto turistico, per spiegare loro modalità di calcolo e riscossione della tassa di soggiorno.

Tutti i proventi derivanti dall’imposta di soggiorno, come stabilito dal Decreto legislativo del 23/2011, devono essere destinati dal Comune “a finanziare interventi in materia di turismo, manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambienti locali e dei relativi servizi pubblici locali”.